In bici

AR01 - Da Cunico all'Abbazia di Vezzolano

Lasciata Cunico si prosegue verso Montechiaro, poco prima del paese una breve deviazione sulla destra conduce alla chiesa di San Nazario e Celso, il cui campanile svetta tra le colline.

Leggi tutto

AR02 - Dall'Abbazia di Vezzolano a Cunico

Ad Albugnano si può visitare la chiesetta di San Pietro. Si scende in direzione Aramengo fino ad incrociare la SS 458, si svolta per duecento metri in direzione Chivasso, e si risale, sulla destra,

Leggi tutto

COB01 - Da Santhià a Roppolo

Da Santhià si percorrono lunghi tratti della Via Francigena, il più famoso e antico cammino italiano, verso le colline dell’anfiteatro morenico d’Ivrea. Dopo aver attraversato il paese di Cavaglià si giunge a Roppolo, dominata dalla mole dell’imponente castello.

Il percorso in bicicletta coincide quasi completamente con la prima tappa dell'itinerario pedonale. A Santhià alcuni brevi tratti (100 m al massimo) sono da percorrere contromano, portando la bicicletta a mano. A Roppolo se volete salire al belvedere del castello dovete staccarvi dal percorso pedonale che prevede un tratto di scalinata.

La tappa è facile (tranne qualche breve salita dopo Cavaglià) ma con poca ombreggiatura. Acqua, bar e supermercati a Cavaglià. 

A Roppolo potrete pernottare alla Casa del Movimento Lentogestita da Alberto Conte, il progettista del Cammino di Oropa, che potrà darvi consigli e indicazioni utili per proseguire il vostro viaggio.

Leggi tutto

COB02 - Da Roppolo a Oropa

La seconda tappa percorre le boscose colline della Serra d’Ivrea, l’anfiteatro morenico più grande d’Europa.

La prima sosta è presso il Ricetto di Viverone, l'antico borgo fortificato da cui si gode un bellissimo panorama sull'anfiteatro morenico di Ivrea e sul Lago di Viverone.
Dopo essere saliti al paesino di Zimone si visita il Monastero di Bose, sede della comunità fondata da Enzo Bianchi, l'antico Borgo di Magnano, con un altro Ricetto bel conservato, e da qui lungo sentieri nascosti nei boschi si giunge a Torrazzo. Si pedala lungo gli antichi boschi della Serra Morenica d’Ivrea, intervallati da prati e cascine, prima di fissare lo sguardo sui suggestivi panorami sulle Alpi biellesi. Si sale dunque verso Donato, dove si trovano acqua, bar e negozi di alimentari prima di affrontare il tratto verso il Santuario di Graglia. alle pendici del Mombarone, spartiacque tra Piemonte e Val d’Aosta. Attraversato il fiume Elvo, si risale verso il bel centro storico di Sordevolo.

Da Favaro si sale a Oropa lungo il sedime della vecchia tramvia dismessa. 

Leggi tutto

COB03 - Da Oropa a Roppolo

Questo itinerario può essere percorso nelle due direzioni: da Roppolo a Oropa è un percorso piuttosto impegnativo per i dislivelli e le pendenze a tratti importanti, mentre da Oropa a Roppolo è alla portata di chiunque abbiamo un allenamento medio e soprattutto una buona padronanza tecnica della bicicletta soprattutto in discesa. 

Partendo da Oropa, si percorre il Tracciolino, una bellissima strada che regala panorami stuopendi sulla pianura padana e l'arco alpino. Si passa dalla trappa di Sordevolo interessante ex monastero trappista oggi sede di una foresteria e di un ottimo ristorante e si arriva fino ad Andrate senza grandi dislivelli.

Da qui inizia la discesa che attraversa la foresta della Serra, la più grande morena d'Europa, e si toccano i piccoli villaggi che la punteggiano. Superato Zimone il panorama si apre sull'anfiteatro morenico di Ivrea e sul Lago di Viverone, e si ritorna a Roppolo. 

Il fondo è in prevalenza asfaltato, ma bisogna percorrere alcuni tratti di facile sterrato, che possono essere affrontati anche con biciclette ibride o gravel.

Leggi tutto

COB04 - Da Roppolo a Santhià

Questo itinerario segue in buona parte a ritroso il percorso della tappa COB01, evitando i tratti più sconnessi, in cui sarebbe richiesta una mountain bike, e la salita al Castello di Roppolo. 

Leggi tutto

CP01 - Da Paesana a Racconigi

Da Paesana, con una lunga e piacevole discesa lungo la valle del Po, attraversiamo i borghi di Sanfront e Martiniana Po fino alla pianura.

Leggi tutto

CP02 - Da Racconigi a Torino

La seconda tappa attraversa numerose aree naturalistiche e Riserve Naturali lungo il Parco Fluviale del Po

Leggi tutto

CP03 - Da Torino a Crescentino

Usciamo dalla città seguendo la sinistra Po fino a Settimo Torinese, qui lasciamo il corso del fiume proseguendo per Brandizzo e Chivasso,

Leggi tutto

CP04 - Da Crescentino a Valenza

Su strette strade di campagna, a tratti sterrate, arriviamo al punto forte della tappa: Casale Monferrato che nel 1600, grazie ai Gonzaga, divenne una delle più grandi e prestigiose cittadelle europee.

Leggi tutto

GT01 - Da Alessandria ad Asti

Tappa abbastanza tranquilla con punte di dislivello di massimo190 metri. Si esce da La Cittadella passando attraverso il bellissimo ponte Meyer. Lasciando la città di Alessandria si pedala sul lato destro del fiume Tanaro

Leggi tutto

GT02 - Da Asti ad Alba

Tappa di passaggio tra Roero e Langa. Relativamente impegnativa poiché è tutto un leggero salire e scendere. Il magnifico paesaggio aiuta ad affrontare la fatica. La seconda tappa è un'immersione favolosa

Leggi tutto

GT03 - Da Alba a Monforte d’Alba

Non troppi chilometri per godere dei vigneti più famosi in tutto il mondo passando da Castiglione Falletto, Barolo fino a Monforte d'Alba. Tappa breve, ma con salite e discese che metteranno alla prova

Leggi tutto

GT04 - Da Monforte d’Alba a Paroldo

Un magnifico viaggio attraverso gli scenari dell'Alta Langa attraverso Roddino, Serravalle Langhe, Bossolasco, Murazzano e Paroldo.

Leggi tutto

GT05 - Da Paroldo a Garessio

Passato il centro storico di Ceva, si comincia a "attaccare" la valle del Tanaro, come meta si raggiungerà Garessio attraverso Nucetto, Bagnasco, Priola percorrendo strade secondarie immerse nel fresco.

Leggi tutto

GT06 - Da Garessio a Upega

Lo "strappo" finale da Garessio fino a Upega attraverso Ormea, Ponte di Nava, Quarzina e Viozene tra scenari mozzafiato.

Leggi tutto

GT07 - Da Upega a Niella Tanaro

Una lunga discesa riporterà a Ceva e poi proseguendo verso il centro storico di Lesegno e infine a Niella Tanaro. I chilometri sembrano tanti ma la discesa lunga della Val Tanaro aiuta ad affrontarli senza fatica.

Leggi tutto

GT08 - Da Niella Tanaro a Bra

Una tappa caratterizzata da alcuni interessanti passaggi e 4 sali scendi che vi permetteranno di visitare Carrù, patria del “Bue Grasso”, il sito archeologico di Bene Vagienna, la bellissima Cherasco,

Leggi tutto

GT09 - Da Bra ad Asti

Le magnifiche colline tra Bra ad Asti immergono in uno scenario poco conosciuto, ma estremamente interessante. La tratta è abbastanza impegnativa per i continui sali scendi che si susseguono.

Leggi tutto

GT10 - Da Asti ad Alessandria

Per il rientro ad Alessandria o si ripercorre la tappa descritta in andata con un’unica salita a Rocca d’Arazzo o si segue questo percorso in riva sinistra del Tanaro che, pur essendo più breve e senza salite, è molto trafficato.

Leggi tutto